SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Smiley

Rating: 1.00/5 (1 Vote)
Smiley 1.00 of 5 1 Vote.

Ashley è una giovane studentessa che si trasferisce a casa di Proxy per cominciare il college. Appena arrivata comincia a divertirsi con i compagni che organizzano feste tramite chat online (?). Ma ben presto viene a conoscenza di una leggenda la quale sostiene che tramite una chatroulette si possa evocare un inquietante assassino chiamato Smiley.

Inizialmente Ashley pensa ad una bufala, ma quando alcuni ragazzi cominceranno a sparire dovrà presto ricredersi…

Primo lungometraggio per Michael J. Gallagher, giovane regista di 24 anni, scritto insieme a Ezra Cooperstein e Glasgow Phillips (South Park).

La pellicola riprende la storia e le atmosfere classiche degli horror anni ’90, trasferendole ai giorni nostri tramite l’evoluzione della tecnologia. In poche parole vuole creare un Ghostface del web. Sebbene la premessa sia interessante e il soggetto di Smiley veramente inquietante, l’operazione non funziona. Innanzitutto perché il film manca di credibilità; la protagonista Ashley risulta veramente troppo ingenua, non si capisce perché nessuno inizialmente (soprattutto i parenti delle vittime scomparse) informi la polizia e per quale motivo Smiley si manifesti anche quando non viene fatta esplicita richiesta (per evocarlo bisogna scrivere per tre volte “I did it for the lulz” sulla chat). Ma soprattutto non si capisce perché Ashleigh si innamori dell’emo-nerd Binder (ok, sorvoliamo).

Altra nota dolente, la recitazione.

Posso capire che i personaggi fossero talmente poco interessanti da non aver coinvolto pienamente neanche gli attori che li dovevano interpretare, ma un minimo di impegno in più non avrebbe certamente guastato. E veniamo all’assassino, Smiley, ovvero come buttare via l’unico soggetto degno di nota del film. Si, perché nonostante il killer appaia anche quando non viene evocato, durante l’intero film si vede veramente troppo poco. La pellicola si perde tra i vari dialoghi e i monologhi del professore ottenendo come risultato una discreta noia e riducendo al minimo la presenza di Smiley.

C’è da riconoscere che le intenzioni di questo teen slasher erano buone, ma è tutto il resto che non funziona. Purtroppo neanche il mediocre finale a sorpresa riesce a salvarlo.

In conclusione Smiley è un film da evitare, pieno di lacune e di situazioni poco credibili. La speranza è che il giovanissimo Gallagher abbia la possibilità di rifarsi con i suoi prossimi film. Nel frattempo vi sconsiglio di guardare questo, se non per un esercizio di masochismo.

 

Articoli correlati
Recensioni Film
  • Giovedì, 21 Novembre 2013
  • Da Alberto Genovese

Smiley

La cosa divertente è che, mentre centinaia di ottimi film usciti nelle sale d'oltreoceano qua non arrivano neanche in formato dvd, questo pessimo straight to video americano è giunto nelle nostre...

Altri articoli
  • Martedì, 15 Ottobre 2013
  • Da Super User

Smiley - Il Primo Spot in Esclusiva del Film Slasher Horror di Michael J. Gallagher

  • Mercoledì, 17 Luglio 2013
  • Da Super User

Lo Slasher Horror Smiley arriva in Italia grazie alla M2 Pictures

  • Mercoledì, 16 Ottobre 2013
  • Da JUser

Smiley - Spot del Film di Michael J. Gallagher in Esclusiva

  • Venerdì, 11 Ottobre 2013
  • Da JUser

Smiley - Trailer Italiano Ufficiale

  • Mercoledì, 22 Gennaio 2014
  • Da Super User

American Horror Story - Coven - Le streghe di New Orleans (Bitchcraft)

  • Giovedì, 16 Gennaio 2014
  • Da Super User

Sleepy Hollow 1x07 - Cavalcata di mezzanotte (The Midnight Ride)

  • Giovedì, 04 Febbraio 2010
  • Da Alberto Genovese

L'Ora del Licantropo

  • Giovedì, 11 Novembre 2010
  • Da Super User

Quando uscirì Piranha 3D in Italia? Ora abbiamo la risposta...

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production